Come aprire un negozio online (davvero) redditizio in 8 passaggi chiave: tutti i nostri consigli per avviare rapidamente ed efficacemente il tuo sito di vendita online

Article header online market place building a store 2

Scegli la giusta piattaforma di e-commerce

Storicamente, per raggiungere il successo commerciale bastava seguire una formula elementare: 

  1. Posizionare il carrello in modo strategico. 
  2. "Gridare" più forte dei propri concorrenti, in modo da attrarre più traffico. 
  3. Offrire prezzi inferiori per incrementare i guadagni. 

Nel XXI secolo, tuttavia, non è più così semplice. I brand più grandi e particolarmente espliciti spesso trovano difficoltà a connettersi con i consumatori moderni. Un negozio fisico può risultare più un fastidio che una comodità, e una piccola boutique può essere gestita con un budget ridotto e zero inventario.

Questo cambiamento si è fatto ancora più pronunciato nel corso della pandemia di COVID-19, che ha colpito duramente il settore del retail. Uno degli effetti collaterali più inattesi di questo spiacevole evento globale è stata la crescita delle vendite digitali:

  • Il 46% dei consumatori statunitensi dichiara di aver provato un nuovo marchio o di aver effettuato degli ordini presso nuovi rivenditori, lo scorso anno. 
  • Secondo uno studio di Accenture condotto a maggio 2020, il volume degli acquisti effettuati da utenti e-commerce poco esperti o non abituali crescerà del 160%, in futuro. 
  • Il 50% delle spese online sarà effettuato tramite smartphone entro settembre 2022.
  • Tra ottobre 2019 e ottobre 2020, i negozi e-commerce minori hanno registrato un aumento del 96,5% in termini di traffico web. Oltre un terzo ha riportato incrementi compresi tra il 100 e il 200%.

La vendita al dettaglio digitale al momento offre opportunità in crescita, che si fanno peraltro sempre più eterogenee. Le condizioni di mercato non sono mai state così favorevoli. Pertanto, la seguente guida si propone di aiutarti a creare e a lanciare un negozio online redditizio.

Scegli una nicchia e sviluppa un piano aziendale

Il mercato e-commerce è super eterogeneo. Anche i giganti di oggi, come ad esempio Amazon, hanno iniziato come rivenditori di nicchia. 

Ecco come fare una ricerca di base sulle nicchie del settore e-commerce per identificare la tua area di interesse:  

Conduci un'analisi SWOT

SWOT è l'acronimo di Strengths (punti di forza), Weaknesses (punti deboli), Opportunities (opportunità) e Threats (minacce). Si tratta di un modo semplice ed efficace per valutare il potenziale di nicchie e prodotti. 

Cerca una lacuna da colmare

Con una ricerca mirata puoi scoprire quali sono le esigenze insoddisfatte dei consumatori anche all'interno di categorie di prodotto particolarmente popolari. 

Per trovare eventuali lacune nel tuo mercato di riferimento, utilizza le seguenti risorse:

  • Social media: analizza le preoccupazioni, le rimostranze e le richieste di consigli del pubblico di destinazione. 
  • Google Trends: confronta e contrapponi i volumi di ricerca per diversi tipi di prodotti. 
  • Amazon e eBay: scopri quali sono i prodotti più venduti su queste piattaforme, leggi le recensioni, consulta i tutorial e scopri cosa manca per offrire agli acquirenti un'esperienza migliore. 

Analizza i tuoi clienti 

Le migliori idee per una soluzione e-commerce nascono dall'incontro tra le esigenze, le preferenze e gli interessi del pubblico di destinazione. 

Crea una serie di "clienti tipo", utilizzando:

  • Informazioni demografiche: età, posizione, occupazione, reddito.
  • Dati psicografici: interessi, valori, convinzioni, difficoltà, aspirazioni.

Scegli il giusto modello di business

Nell'ambito della tua ricerca inerente ai clienti, vale la pena di capire come e dove il tuo pubblico tende ad acquistare i prodotti, e quale sia il modo migliore per raggiungerlo. 

  • E-commerce B2B: pensi di voler vendere maggiormente a grossisti, rivenditori e acquirenti commerciali?  
  • E-commerce B2C: o preferiresti rivolgerti direttamente ai consumatori? 
  • Vendere sui marketplace online: piattaforme popolari come eBay, Amazon ed Etsy offrono accesso integrato a un pubblico molto variegato. 
  • Dropshipping: questo modello affida le attività di evasione degli ordini a una parte esterna, affinché tu non debba mantenere alcun inventario. 
  • DTC: il modello di business direct-to-consumer elimina qualsiasi intermediario. 

Consulta le definizioni dettagliate relative ai diversi tipi di modelli di business per l'e-commerce.

Trova la giusta piattaforma e-commerce

Le piattaforme e-commerce offrono diverse tipologie di funzionalità native ed estensioni. 

La tentazione, inizialmente, sarebbe di scegliere il generatore di siti più economico a disposizione. Una decisione come questa potrebbe tuttavia costringerti a una migrazione in un secondo momento, con tutte le complessità che un processo del genere porta con sé. Ti consigliamo quindi di pensare più a lungo termine, anche se sei appena agli inizi. 

Quando analizzi le diverse opzioni, chiediti:

Quanti prodotti prevedo di vendere?

Il primo passo sarebbe quello di capire che tipo di prodotti desideri vendere e in che quantità. Se prevedi di gestire un'attività di entità ridotte, una piattaforma low-cost con funzionalità limitate potrebbe essere sufficiente. 

Tuttavia, se l'attività cresce, la complessità del sito cresce con lei. Se la tua azienda è di grandi dimensioni o in costante crescita, optare per una piattaforma più costosa potrebbe essere la scelta più saggia.

Di quali funzionalità avrai bisogno?

All'interno della piattaforma, tutte le funzionalità e-commerce essenziali sono native? Quali funzionalità dovrai acquistare o sviluppare personalmente per compensare quelle che mancano? 

Nell'elenco dei tuoi requisiti può essere utile creare una classifica delle funzionalità di cui hai bisogno, valutandole da 1 a 10 a seconda della necessità, per poi esaminare diverse piattaforme e assegnare a ciascuna un punteggio.

Quali piattaforme e-commerce sono disponibili?

I generatori di siti e-commerce possono semplificare il processo di configurazione e gestione di un negozio. Per fare la scelta giusta, dovrai prendere in esame i tuoi obiettivi aziendali, il modello e l'ambito operativo, e i requisiti tecnici per il tuo negozio. 

Il prossimo passo è quello di valutare alcune delle piattaforme più popolari. Tra queste: 

  • BigCommerce
  • Shopify
  • Adobe Magento.
  • WooCommerce
  • Wix

Scegli i prodotti adatti

Selezionare i giusti prodotti da vendere è essenziale per il successo a lungo termine del tuo negozio online. 

E se può sembrare un passaggio scontato, molte volte non lo è affatto. La scelta di prodotti legati a un'offerta eccessiva è fin troppo spesso la causa del fallimento di molte attività online. 

Analogamente a quanto consigliato nell'ambito della ricerca della giusta nicchia, è importante selezionare prodotti unici e disponibili in quantità limitata sul mercato. Ricorda: i tuoi concorrenti sono aziende del calibro di eBay, Amazon ed Etsy. Qualsiasi vantaggio competitivo sul mercato potrebbe aiutarti nella strada verso il successo.

Progetta il negozio

L'aspetto del sito è un argomento complesso ma di grande importanza, nel lancio del tuo negozio online. Scegliere il design o il modello sbagliato può allontanare o distrarre i tuoi clienti, riducendo le vendite e ponendo limiti alla tua crescita. 

Quando progetti il tuo negozio, porti le seguenti domande può aiutarti a determinarne il look ideale: 

Quale stile si addice al tuo marchio?

Nel determinare lo stile che vorresti per il tuo negozio online, sono due i fattori da considerare:

  1. Cosa dice, il tuo stile, sulla tua attività e il tuo marchio?
  2. I clienti dovrebbero essere in grado di capire al primo sguardo di che tipo di azienda si tratta e cosa vende. 

Lo stile del tuo sito spesso dice tutto ciò che è necessario sapere della tua attività, dal font alla palette di colori. Un negozio che vende prodotti di lusso, per esempio, vuole essere appariscente. Se vendi attrezzature da esterni, tuttavia, una pagina vistosa potrebbe non essere una buona idea. 

È fondamentale essere consapevoli dell'immagine del proprio business e della propria base clienti. 

Che tipo di navigazione vuoi per i tuoi clienti?

Secondo un report del 2021 non specifico per settore, in media gli utenti passano su una schermata web circa 54 secondi. Oltre il 50% di loro, inoltre, lascia il sito dopo aver visitato una sola pagina. 

Sulla base di questa informazione, quindi, è importante creare un sito facile da esplorare. Se in media a una pagina viene dedicato meno di un minuto, l'eventuale tempo necessario per capire come navigare su un sito poco intuitivo può fare la differenza tra una vendita e una mancata opportunità. 

Creare un sistema di navigazione fluido e di facile utilizzo è un modo perfetto per mantenere la tua base clienti ed evitare di allontanarla dal sito. 

Quali funzionalità desideri per il tuo negozio, e quali sono necessarie?

Le funzionalità sono una componente critica per un negozio online, e sono spesso gli elementi che i clienti si trovano davanti per primi. Dovrai quindi chiederti quali sono quelle essenziali per il tuo negozio online e cos'è importante per la tua attività. 

Vuoi aggiungere una pagina descrittiva dell'azienda? Desideri includere dei video relativi ai tuoi prodotti? Come funzionano il carrello e il processo di pagamento?

Mentre progetti il tuo negozio online, decidere quali funzionalità, componenti aggiuntive e plugin includere può fare la differenza tra un sito anonimo e uno in grado di catturare l'attenzione dei clienti.

Inserisci i tuoi prodotti

Pubblicizzare i tuoi prodotti e creare le relative pagine è una fase critica per chi desidera dar vita a un negozio online efficace e di successo. 

Nelle pagine dei prodotti, è importante tenere presente quanto segue: 

Descrizioni degli articoli

Una descrizione convincente prende di petto il problema del cliente, elenca le caratteristiche del prodotto e parla dei suoi vantaggi per spingere l'utente all'acquisto. 

Foto del prodotto 

Non andare al risparmio, quando si tratta delle immagini. 

  • Assumi un fotografo professionista, se ne hai la possibilità.
  • In caso contrario, scopri qui come creare un efficace set casalingo in cui scattare foto efficaci per l'e-commerce. 

Per gli articoli di maggior valore, come ad esempio, mobili, elettrodomestici o certi capi di abbigliamento, può essere utile includere delle foto a 360 gradi. Secondo un recente studio condotto dall'Internet Retailer Magazine, aggiungere immagini di questo tipo sui siti e-commerce aiuta a incrementare i tassi di conversione di circa il 13%.

Categorie di prodotto

La tassonomia del sito aiuta a stabilire e a gestire le relazioni tra pagine prodotto diverse. Le categorie di prodotto in particolare sono necessarie per una corretta visualizzazione del catalogo e per una migliore visibilità dell'inventario.

Stabilisci le opzioni di pagamento

Prima di lanciare il tuo negozio online, è essenziale aver stabilito una varietà di opzioni di pagamento per i tuoi potenziali clienti. I metodi di pagamento a disposizione presso il POS possono determinare l'ampiezza della tua futura base clienti e risparmiarti moltissimi grattacapi. 

La maggior parte dei generatori di siti web offrono un metodo per connettere il sito a opzioni di pagamento multiple, tra cui PayPal, Apple Pay, Stripe e i principali circuiti di carte di credito. 

Ecco alcuni metodi popolari per aggiungere più opzioni di pagamento al tuo negozio online:

  • Pacchetti di gateway di pagamento.
  • Elaborazione dei pagamenti con carta di credito.
  • Gateway di pagamento e merchant account. 

Assicurati di esaminare eventuali costi di transazione previsti per ciascun metodo.

Finalizza le strategie e le politiche di spedizione

A questo punto è giunto il momento di stabilire con che modalità inviare i nuovi prodotti ai clienti. Una strategia di spedizione efficace per l'e-commerce è di vitale importanza, perché il 56% dei consumatori non prenderà neanche in considerazione un nuovo acquisto presso un rivenditore con il quale ha avuto un'esperienza negativa.

Una politica di spedizione, inoltre, ti aiuta a definire le aspettative dei nuovi clienti. Specifica infatti i dettagli dei costi, i termini correlati ed eventuali limitazioni.

Per creare una politica di spedizione per il tuo negozio, prova a rispondere alle seguenti domande: 

La spedizione è gratuita oppure soggetta a una tariffa forfettaria o variabile? 

Per gli ordini, imposta un valore soglia realistico oltre il quale offrire la spedizione gratuita, in modo da attrarre un maggior numero di acquirenti e incrementare il valore medio di ciascun carrello. In alternativa, puoi avvalerti di una struttura a più livelli con tariffa fissa per tipo di consegna: standard, prioritaria, in 2 giorni ecc. 

Quali corrieri utilizzi? 

Le tariffe e i tempi di spedizione, ed eventuali restrizioni variano da un vettore all'altro, che sia USPS, FedEx o DHL. 

Valuta tutte le opzioni disponibili e dai priorità a quelle che offrono il miglior rapporto qualità-prezzo. Un vettore più economico, per esempio, potrebbe non accettare articoli ingombranti o non offrire alcuna copertura in caso di danni. 

Prevedi di spedire anche all'estero? 

Valuta l'eventualità di vendere e spedire verso destinazioni vicine alla costa (per es. Svizzera ed Austria), inizialmente, per espanderti gradualmente sul mercato. In seguito, esamina eventuali strategie di gestione a livello internazionale. 

Prevedi di offrire opzioni BOPIS?

L'opzione Acquista online, ritira in negozio (BOPIS) è sempre più popolare, tra i rivenditori. Se disponi di un negozio fisico, può rappresentare un'alternativa valida e conveniente per i tuoi clienti.

Pubblica e promuovi il tuo negozio online

Il peggior incubo di ogni imprenditore è scoprire tramite Google Analytics che nel giorno del lancio non ci sono visitatori attivi. 

Per assicurarti che il tuo negozio pulluli di visitatori virtuali, abbi cura di:

  1. Dare la priorità a più canali di marketing e-commerce.
  2. Sviluppare una strategia promozionale pre-lancio per ciascuno.

Per ottenere traffico verso un nuovo negozio online, la maggior parte dei mercati si affidano alle seguenti risorse. 

Social media. 

Inizia a costruirti il tuo seguito online prima della pubblicazione del sito. Condividi piccole anteprime, teaser e retroscena relativi ai tuoi prodotti per creare "attesa". Poi, annuncia la data di lancio e offri sconti speciali/promozioni a tutti i tuoi follower, per aumentare il coinvolgimento. 

Se il tuo è un negozio di nicchia, puoi ottenere della pubblicità gratuita entrando in contatto con comunità e forum online affini.

Influencer marketing. 

Per un'azienda che non ha ancora un seguito potrebbe essere utile dare la priorità alle campagne di influencer marketing pre- e post-lancio. Sono tre i grandi effetti legati a questo tipo di strategia:

  • Una spinta verso il riconoscimento del marchio e la brand awareness. 
  • Il coinvolgimento con i tuoi contenuti organici su diversi social media.  
  • La creazione di contatti e l'incremento delle vendite. 

Le partnership con i giusti influencer in fase embrionale può aiutarti a procurarti le primissime vendite e a espandere la tua presenza online sui motori di ricerca via via che i consumatori interessati iniziano a cercare il nome del tuo marchio o del tuo dominio.

Pubblicità a pagamento

Anche le campagne mirate su Facebook, Instagram e Pinterest possono incrementare la visibilità del marchio e dei prodotti in tempo reale. Come per altre strategie di performance marketing, il vantaggio è che pagherai soltanto per operazioni significative, come i clic, le visite, le richieste e le vendite. La SEO (Search Engine Optimization) e l'e-mail marketing sono altre strategie pubblicitarie valide, sebbene richiedano entrambe più tempo e un maggiore investimento economico. Ad ogni modo, prima inizierai a seminare, prima raccoglierai i frutti.

L'ultima parola

Il percorso di ognuno verso il commercio online è unico. 

Alcune persone creano un negozio online per integrare le proprie operazioni di vendita al dettaglio. Altri si avventurano nel settore in via amatoriale e crescono utilizzando risorse proprie o finanziamenti esterni.

La costante è il processo di configurazione che c'è alla base. Tutti, infatti, si trovano a dover scegliere una piattaforma e-commerce adatta, impostare il catalogo dei prezzi, curare il design e le varie configurazioni, e studiare una strategia di marketing.

Con BigCommerce, il processo non è mai stato così facile. Valorizza il tuo marchio e coinvolgi gli acquirenti tramite la piattaforma leader sul mercato, che ti aiuta a creare un sito e un negozio e-commerce belli e intuitivi.

Creare un negozio online: domande frequenti

Quanto costa configurare un negozio online?

Il costo della configurazione di un negozio e-commerce dipende dalle sue dimensioni e dalla piattaforma scelta. Per un negozio amatoriale con un catalogo di prodotti ridotto i prezzi partono da 29,95 USD al mese, con BigCommerce. 

Una soluzione più complessa, con design, estensioni e metodi di pagamento personalizzati, tuttavia, costerà di più.

Quanto sono redditizi i negozi online?

La redditività dipenderà molto dall'investimento iniziale, dai margini di profitto sul tuo catalogo e dalle risorse che destinerai a marketing, pubblicità, operazioni e spedizioni.

Come faccio ad avviare un negozio online?

Tutto dovrà partire da un piano aziendale. Assicurati di scegliere i giusti prodotti e di definire le operazioni logistiche. Poi, scegli una piattaforma e-commerce che offra ciò di cui hai bisogno in termini di funzionalità e che sia adatta alle tue tasche.

Visualizza altro
Quanto tempo ci vuole per creare un negozio online?

Le tempistiche dipendono dalle sue dimensioni. 

La creazione di un negozio amatoriale o pop-up può richiedere meno di un mese (design, contenuti e configurazioni inclusi). D'altro canto, per un'azienda di piccole dimensioni vale la pena prevedere tempistiche più lunghe: da 1 a 3 mesi.

Sfoglia più risorse

Article thumbnail sell online generic 1
Articolo

Gestire un'attività e-commerce: cosa, dove e come

Letto Altro
Article blog thumbnail generic seo store 1
Articolo

Come scegliere la piattaforma e-commerce più adatta alla tua attività

Letto Articolo
Article thumbnail illustration computer store seo generic
Articolo

E-commerce e piccole imprese: la digitalizzazione all'interno di un grande mercato

Letto Altro
Article Thumbnail Ecommerce Website 1
Articolo

Trovare il miglior strumento di creazione di siti web per l'ecommerce (e cosa considerare)

Letto Altro