Progettazione base di siti per l'e-commerce: come posizionare il tuo negozio online per farlo crescere

Italian Collage Page Builder Catalog Transfer Generic
Sono pronto per iniziare oppure ho già il mio negozio di e-commerce.
Ho delle domande e vorrei una consulenza da un esperto di e-commerce.
Contatta il team di vendita

Dicono che se non sei online, non esisti.

I rivenditori dovrebbero interpretarlo come: se non hai un sito di e-commerce, la tua attività rimarrà sconosciuta per un sacco di clienti.

Lo scorso trimestre, le vendite online di Walmart sono aumentate del 97 %. Amazon ha registrato una crescita di vendite e profitti per il T2 pari al 40 %. Ma non sono solo le grandi aziende a trarre vantaggio dall'appetito dei consumatori per lo shopping online. Anche rivenditori più piccoli, come Howards Storage World, B-Wear Sportswear e Plain Jane, tra i tanti, hanno visto raddoppiare (se non triplicare!) i profitti derivanti dall'e-commerce, rispetto all'anno precedente.

Cos'altro hanno in comune queste tre aziende? I loro nuovi design di siti di e-commerce sono mirati e ottimizzati per convertire i clienti.

Scopri come unirti alla serie sempre crescente di rivenditori che continuano a superare i loro obiettivi annuali di e-commerce.

Cosa serve per costruire un sito web di e-commerce bello e ad alte prestazioni

Indipendentemente dal tipo di sito di e-commerce che intendi costruire, che sia per la vendita al dettaglio sul territorio nazionale o come hobby, la prima cosa di cui hai bisogno è una piattaforma di e-commerce che ti aiuti a costruire il miglior store di e-commerce possibile.

Una piattaforma di e-commerce è un'applicazione software che ti consente di configurare uno store online e di gestire il marketing, le vendite e le operazioni.

Ci sono 3 tipi principali di piattaforme di e-commerce sul mercato:

  • Open source
  • SaaS
  • Headless commerce

Ciascuno dei tre fornisce un toolkit per la creazione di uno store online: strumenti per la creazione di pagine, pagina di checkout, integrazioni con gateway di pagamento e altro ancora. La differenza tra piattaforme sta nei livelli di:

  • Personalizzazione
  • Prestazioni
  • Set di funzionalità integrate

Le piattaforme SaaS offrono un'esperienza di progettazione di store di e-commerce pronti all'uso. Progetta il tuo store in poche ore, grazie all'editor visuale drag-and-drop. In cambio, però, si ha a disposizione una personalizzazione limitata, anche per quanto riguarda l'aggiunta di funzioni.

Le piattaforme open source sono come una tela vuota che, con tempo e impegno, si può trasformare in un sito di e-commerce di qualsiasi tipo. Tuttavia, richiede di creare tutto da zero, quindi di avere un esperto di codifica e un grafico a disposizione.

Scegli tra piattaforme di e-commerce headless e SaaS aperte come BigCommerce, piattaforme SaaS come Shopify (che ha un'offerta headless, ma con rigidi limiti di chiamata API al secondo), costruttori di siti Web SaaS come Squarespace e Wix e piattaforme open source come Magento (che non ha un editor di temi nativo) o WooCommerce (tecnicamente un plug-in di e-commerce). Queste soluzioni per l'e-commerce non limitano le tue capacità di progettazione, per consentirti di creare siti belli e originali, senza bisogno di creare le funzionalità base per l'e-commerce da zero.

In ogni caso, indipendentemente dalla piattaforma con cui scegli di iniziare, verifica che quella che scegli disponga delle seguenti funzioni:

1. Reattività per i dispositivi mobili

Considerato che il 46 % dei consumatori esegue l'intero processo di acquisto (dalla ricerca al pagamento) su smartphone, rischi di perderti molte occasioni se il tuo sito non è compatibile con i dispositivi mobili. Una piattaforma di e-commerce reattiva ai dispositivi mobili garantisce che tutti i visitatori vivano un'esperienza del sito eccezionale, a prescindere come vi accedono, senza vincoli di progettazione.

2. Opportunità di personalizzazione

La "bellezza" è una questione altamente soggettiva. Nel web design, però, in genere indica un layout comodo, una tipografia e un'iconografia dall'estetica gradevole, immagini nitide e altri elementi di design del sito in grado di far risaltare il tuo store sugli altri. Se la tua piattaforma di e-commerce manca di funzionalità di personalizzazione o di bei modelli pronti all'uso, ti costringerà a riutilizzare il layout impiegato da centinaia di altri store, con poche possibilità per mostrare in cosa si distingue il tuo marchio.

3. Navigazione del sito facile da seguire

"Navigazione" è un termine ombrello per indicare tutti gli elementi dell'interfaccia utente da usare per ottenere informazioni specifiche sul tuo sito web, inclusi il menu di navigazione dell'intestazione, le pagine delle categorie di prodotti, i filtri, la ricerca sul sito e il piè di pagina. Se la tua piattaforma di e-commerce vincola la tua capacità di creare percorsi di navigazione personalizzati, rischi di finire con un sito web disfunzionale che pochi clienti vorranno utilizzare e il tuo tasso di conversione ne risentirà.

4. Esperienza utente unica

Il piacere porta i consumatori a completare l'acquisto in corso e poi a continuare un altro po'. Ma cosa lo scatena, portando un marchio a un altro livello? I migliori strumenti di marketing al mondo non possono aiutarti se il tuo sito lascia a desiderare. 

Esperienza utente (UX) ben concepita.

L'UX svolge un ruolo fondamentale nel garantire che il tuo sito web non sia solo funzionale, ma anche intuitivo, affidabile, facile da usare e da navigare. Questi fattori rendono piacevole interagirvi, oltre a consentire tante altre cose interessanti.

Stiamo parlando di conversioni più elevate, acquisti ripetuti, recensioni entusiastiche e segnalazioni tramite passaparola. Insomma, non è una cosa da prendere troppo alla leggera. 

Come si fa a capire se la tua piattaforma di e-commerce offre una buona UX? Dai un'occhiata a diversi esempi di siti web di e-commerce, creati con la piattaforma selezionata. In particolare:

  • Valuta i componenti base dell'interfaccia utente. Esplora il sito web per capire se ti piace la navigazione, se i layout sono efficaci e se tutti gli elementi di progettazione sono intuitivi e con un'estetica gradevole.
  • Esamina le opportunità di personalizzazione. Più elementi puoi modificare, più UX univoche sarai in grado di creare man mano che la tua attività si allarga. Ricorda: quella che sembra una pratica accettabile per un piccolo store che è appena agli inizi potrebbe trasformarsi in un problema per operazioni più grandi. Controlla di poter aggiungere o rimuovere gli elementi di design al variare delle tue priorità.
  • Misura le prestazioni del sito. Il tempo di caricamento della pagina e la velocità complessiva del sito migliorano o peggiorano la tua UX. Pagine lente, elementi di progettazione pieni di glitch e video di prodotto a caricamento lento spesso sono dovuti all'uso di un fornitore di CMS/CDN e hosting inadeguato da parte della piattaforma di e-commerce.

Differenze di progettazione tra i siti di e-commerce B2C e B2B

Per progettare un sito web ad alte prestazioni, devi capire chi è il tuo pubblico di destinazione e qual è il modo migliore per raggiungerlo. Sia i siti di e-commerce Business-to-Business (B2B) che Business-to-Consumer (B2C) hanno lo stesso obiettivo: vendere. Ma i modi per riuscirci variano dall'uno all'altro.

  • Per le aziende B2C la priorità è la brand awareness. Un marchio riconoscibile (pensaci quando scegli il tuo nome di dominio) con una forte presenza online = una quota più elevata del mercato a cui rivolgersi.
  • Per le aziende B2B la priorità è la generazione di lead. Con un mercato di nicchia e cicli di acquisto più lunghi, i marchi B2B devono mantenere una pipeline costante di potenziali clienti interessati.

Vediamo cosa significa tutto questo in termini di progettazione.

1. Intento del cliente

Sia gli acquisti Business-to-Business che Business-to-Consumer nascono da una necessità, ma le ragioni che li motivano sono diverse.

L'intento dei clienti B2B è determinato dalle priorità aziendali e sostenuto da una serie di altre persone (stakeholder, team, clienti aziendali, utenti finali). Con tante persone da soddisfare, le tempistiche di ricerca dei prodotti sono più lunghe e l'elenco dei requisiti per la valutazione è più dettagliato. Ecco perché i siti web per l'e-commerce B2B si soffermano di più sulla conversione dei visitatori nella prima parte dell'imbuto (TOFU) e a metà imbuto (MOFU) in potenziali clienti, utilizzando un mix di strategie online (marketing via e-mail, eBook, social media, demo online) e di vendita offline (consulenze telefoniche, demo in persona, ecc.).

Gli acquirenti B2C agiscono per un'esigenza immediata. Per quanto la maggior parte si guardi comunque attorno, confrontando specifiche di prodotto e prezzi, il tempo medio di ogni fase del ciclo di vita delle vendite è più breve. A differenza degli acquirenti B2B, che dedicano più tempo alla valutazione e alla considerazione dei prodotti basate sui dati, gli utenti B2C spesso agiscono d'impulso, quindi sono più ricettivi a vari trigger cognitivi attivati dai pregiudizi insiti nell'uomo:

Grafico della progettazione di un sito

Tattiche efficaci per l'ottimizzazione del tasso di conversione, utilizzate dai negozi online B2C, sfruttano i pregiudizi insiti nella progettazione per influenzare le decisioni di acquisto.

2. Processo di acquisto

Il processo di acquisto B2B coinvolge più persone, inclusi gli utenti finali e i decisori/responsabili degli acquisti. Un sito web di e-commerce è uno strumento atto a facilitare la procedura, che deve informare, supportare e dimostrare come i tuoi prodotti possano soddisfare tutte le esigenze dell'organizzazione attraverso contenuti, strumenti interattivi e risorse di marketing di supporto. Ricorda: il tuo obiettivo principale è generare lead, non assicurarti una vendita immediata.

Nel B2C, le decisioni di acquisto sono spesso emotive e determinate dagli eventi. La macchina da caffè si è rotta? Me ne serve una nuova. Ah, che belle scarpe. Dove posso comprarne un paio? La maggior parte dei consumatori B2C è in uno stato costante di esplorazione dei prodotti e valutazione in background. Se trovano una buona offerta, difficilmente se la lasciano scappare. In questo senso, i siti di e-commerce B2C devono favorire la scoperta di nuovi prodotti e sfruttare l'immediatezza.

3. Esperienza utente

L'esperienza utente è importante per gli acquirenti B2B come per i B2C. Tuttavia, deve sempre tenere conto delle differenze di intenti e del processo di acquisto di cui abbiamo parlato sopra. Il gruppo Nielsen identifica cinque importanti differenze nei requisiti UX per i siti B2B e B2C:

  1. Il design B2B deve avere contenuti più lunghi per supportare un lungo processo decisionale e di vendita.
  2. Tutti i contenuti B2B devono rivolgersi a due diversi destinatari: decisori e utenti finali.
  3. Le informazioni sui prodotti B2B devono essere più lunghe, più complete e includere una panoramica chiara delle integrazioni, delle funzionalità e dei requisiti normativi.
  4. Sia i clienti B2B sia i B2C sono attenti ai prezzi. Ma gli scenari di determinazione dei prezzi B2B sono più complessi. Fornisci agli acquirenti B2B diverse fasce di prezzo, scenari di pagamento in base all'uso o calcolatori per agevolare il processo decisionale.
  5. Proprio come gli store B2C, i siti web B2B devono soddisfare diversi segmenti di clienti, con dimensioni, settori e budget operativi variabili. Pertanto, i siti B2B devono prevedere una navigazione basata sul pubblico più diversificata per soddisfare tutti gli obiettivi.

7 tra i migliori esempi di design di siti di e-commerce

Ora che sai come deve essere la progettazione di un sito B2B, torniamo all'e-commerce B2C.

Vediamo qualche esempio!

1. Larq.

Design del sito web Larq

LARQ usa immagini e animazioni nitide per entusiasmare gli utenti su qualcosa di semplice come l'acqua potabile. Grazie a testi mirati, caratteristiche dei prodotti a blocchi di colore e a un calcolatore interattivo per lo spreco della plastica, l'azienda produttrice di borracce riutilizzabili ci convince a unirci al suo Bottle Movement e a scoprire tutti i suoi prodotti più di tendenza.

L'aggiunta di funzionalità per più regioni (con BigCommerce) è stato un altro momento fondamentale. Secondo LARQ, nel giro di 3 mesi le conversioni sono aumentate dell'80 %.

2. Burrow.

Design del sito web Burrow

Il rivenditore di mobili modulari Burrow ha scelto di evitare le parole e di usare un video nella homepage per dimostrare la sua proposta di valore principale: assemblare mobili nuovi può essere divertente, veloce e non richiedere attrezzi. Utilizzando un mix di immagini di prodotti e interni, Burrow ti consente di immaginarti i suoi arredi in casa tua, di personalizzarli per adattarli al meglio e di ordinarli in pochi clic.

3. Revelry.

Design del sito web Revelry

Revelry sa che, quando si tratta degli abiti delle damigelle d'onore, proporre un campione di tessuto è il modo più facile per convincere qualsiasi sposa. Oltre alla consegna gratuita del campione e alla prova a casa per tutte le interessate. Entrambe le opzioni occupano ampio spazio nella homepage dello store, insieme a un'eccellente navigazione delle categorie, che consente di scoprire diversi stili di abbigliamento, materiali e colori.

4. Skullcandy.

Design del sito web Skullcandy

Parliamo spesso di Skullcandy, ma è difficile ottenere di meglio con uno store di e-commerce. I colori vivaci dei prodotti si stagliano a contrasto sullo sfondo del sito nero, per creare una sensazione di lusso ed eleganza. I prodotti sono facili da scoprire ed esaminare nel dettaglio a video per poi leggere le specifiche. Sebbene il loro mercato principale sia l'audio, la navigazione sul sito di Skullcandy è una magnifica esperienza sensoriale grazie all'uso sapiente di immagini, elementi di design dei materiali e video.

5. Solo Stove.

Design del sito web Solo Stove

Il sito web di Solo Stove è un esempio ammirevole di come utilizzare l'iconografia nell'e-commerce. Il produttore di bracieri ha creato icone personalizzate per ciascuna categoria di prodotto per comunicare meglio ciò che vende ed evidenziare alcune delle principali specifiche tecniche. I video tutorial, le illustrazioni e le sezioni FAQ aiutano a trasmettere ulteriormente il messaggio: i loro prodotti durano a lungo, sono facili da usare e valgono la spesa, come confermato dalle recensioni.

6. Bliss.

Design del sito web Bliss

Il sito web di Bliss è una vera festa per gli occhi. Il brand di prodotti per la cura della pelle da spa si serve di tre colori dominanti: rosa millennial, blu neonato e giallo Gen Z, per attirare visivamente le sue tipologie di acquirenti principali. L'atteggiamento funky e amichevole del marchio è ulteriormente rinforzato attraverso i microcopy. Il testo dei pulsanti, dei titoli delle sezioni e delle descrizioni dei moduli ti fa sentire come se stessi parlando della tua routine per la cura della pelle con un amico.

7. The Mountain.

Design del sito web The Mountain

The Mountain ha tutte le funzionalità ideali per un sito di e-commerce. La barra di navigazione è intuitiva, con prompt per l'esplorazione delle categorie di prodotti principali. Un banner di servizio, collocato sotto l'intestazione, specifica subito le condizioni di spedizione e i possibili ritardi: una buona prassi per gestire le aspettative dei clienti.

La sequenza di immagini mette in evidenza novità di stagione e promozioni, spronando ulteriori esplorazioni. Con un'ampia gamma di categorie di prodotti, The Mountain ha svolto un lavoro eccellente nell'organizzare tutto in categorie per ridurre la sensazione di sopraffazione che possono trasmettere molte piattaforme di e-commerce.

Vantaggi di usare BigCommerce per progettare un sito

Gli esempi presentati qui ti sono piaciuti? Sono stati progettati tutti tramite BigCommerce. Ed ecco perché clienti aziendali e PMI scelgono la nostra piattaforma di e-commerce:

1. Il design non è compromesso da altre funzionalità

Vuoi un sito di e-commerce bello o funzionale? Con BigCommerce hai entrambe le cose.

Pensa al design del tuo sito di e-commerce come alla costruzione di una casa. Per prima cosa, devi avere della malta potente e dei muri portanti solidi. BigCommerce ti fornisce i "mattoni" tecnici da posizionare al centro delle tue operazioni online: strumenti per creare pagine senza codifica, checkout sicuro, codebase orientata alla SEO e tanto altro ancora. Assemblando i diversi "mattoni" puoi costruire una casetta come una villa vittoriana con 6 camere da letto.

Inoltre, non poniamo limiti al design della homepage o dell'interno. Puoi dare al tuo sito un aspetto completamente personalizzato senza compromettere la SEO, l'usabilità o la sicurezza. Allo stesso tempo, puoi personalizzare il back-end in base alle tue operazioni, abbinando il core commerce integrato con integrazioni esterne.

2. Tanti (ottimi!) temi per l'e-commerce

Se non hai voglia di creare il design del tuo negozio da zero, puoi dare un'occhiata al nostro store di temi. Con oltre 150 design unici, troverai sicuramente qualcosa che ti piacerà. Sfoglia le opzioni in base al tipo di griglia, al layout del catalogo prodotti o al settore. Oppure dai un'occhiata ai migliori temi di e-commerce scelti dal nostro staff.

Tutti i temi di BigCommerce sono reattivi, adatti a mobile e SEO e ottimizzati per l'usabilità. Usare un tema già pronto è un modo rapido per progettare un ottimo sito web di e-commerce a costi inferiori.

3. Opportunità di personalizzazione

E se volessi progettare un'esperienza di e-commerce davvero personalizzata? Pensiamo a integrazioni e ai componenti aggiuntivi di terzi con le app AR, un CDN + CMS personalizzato per supportare le pubblicazioni più pesanti e un motore di consigli sui prodotti basato su ML con dati in tempo reale. BigCommerce andrebbe ancora bene?

Certamente. BigCommerce è una piattaforma Open-SaaS, per cui la nostra infrastruttura tecnica può essere facilmente collegata a una serie di altre applicazioni tramite API. La piattaforma si integra alla perfezione con le app esterne e può essere inserita anche all'interno di ecosistemi tecnici più grandi.

Per esempio, puoi utilizzare le nostre funzionalità di core commerce per la gestione dell'inventario, l'elaborazione dei pagamenti, le spedizioni, la gestione delle frodi e altro ancora, utilizzando un'altra tecnologia come WordPress o Adobe Experience Management per potenziare il front-end del tuo sito web. Questa configurazione prende il nome di headless commerce.

4. Strumenti di costruzione di facile utilizzo

D'altro canto, se hai bisogno di una funzionalità di progettazione meno sofisticata ma comunque solida, abbiamo anche quella. Prendi il nostro Page Builder: uno strumento di modifica delle pagine web drag-and-drop che piccole imprese e aziende Fortune 500 usano per creare landing page interessanti.

Grazie a elementi di design predefiniti, puoi creare rapidamente prototipi delle offerte di prodotti che attirano l'attenzione e che inducono ai clic senza dover scrivere una sola riga di codice. Crea esperienze del cliente interattive, fai salire di livello il tuo marketing dei contenuti e aggiungi nuove pagine di supporto al tuo imbuto di vendita senza dover contattare il team di sviluppo.

Checklist per la progettazione di un sito di e-commerce in 8 fasi

Anche con gli strumenti migliori del settore, il processo di progettazione può prendere vie traverse senza un piano d'azione ben definito. Di cosa hai bisogno per prepararti al lancio del tuo e-store?

  1. Homepage
  2. Pagine di categoria
  3. Landing page dei prodotti
  4. Pagina di checkout
  5. Chi siamo
  6. Barra di ricerca e pagina dei risultati di ricerca
  7. Moduli di registrazione e accesso all'account
  8. Modulo di iscrizione via e-mail

Vediamoli uno per uno.

1. Homepage

Una homepage è il primo punto di contatto tra te e un potenziale cliente, da considerare come una vetrina digitale per la tua attività online. Avendo all'incirca 3 secondi per fare una buona impressione, devi fare scelte di progettazione della homepage strategiche.

Le homepage di e-commerce dalle prestazioni più elevate condividono i seguenti elementi:

  • Una serie di categorie di prodotti ben precise, nell'intestazione o nelle barre laterali.
  • Una sequenza di immagini a scorrimento (hero slider) che mostra il prodotto principale o le offerte più recenti.
  • La presentazione ben curata di prodotti consigliati, articoli di tendenza o categorie di prodotti.
  • Pop-up e offerte speciali all'accesso e in uscita per fidelizzare i clienti.

La struttura di cui sopra non è fissa, però. L'aspetto della tua homepage sarà determinato da due fattori: il tuo settore e le preferenze dei clienti.

Ad esempio, Jeni's Splendid Ice Creams chiede subito agli utenti di decidere se ordinare il ritiro in un negozio locale o la spedizione a livello nazionale.

Design del sito web Jeni's

2. Pagine di categoria

Le pagine di categoria aiutano a organizzare i prodotti e favoriscono la scoperta di articoli nuovi. I clienti digitalmente distratti vogliono informazioni istantanee, soprattutto se usano i dispositivi mobili. Pertanto, bisogna consentire loro di accedere rapidamente ai prodotti che gli interessano.

Oltre ad essere fondamentali per l'esperienza utente, le pagine delle categorie devono anche essere ottimizzate per la SEO (ottimizzazione dei motori di ricerca). Rapporti errati tra categorie principali e secondarie possono causare la presenza di duplicati e far peggiorare il tuo posizionamento nei risultati di ricerca. Pertanto, assicurati che ogni pagina di categoria:

  • Abbia un URL descrittivo e compatibile con la SEO.
  • Presenti testi unici nelle descrizioni delle categorie.
  • Si adatti logicamente all'architettura generale delle informazioni.
  • Disponga di filtri aggiuntivi per l'ordinamento dei suggerimenti sui prodotti.

Natori segue tutti questi principi per creare un'esperienza di navigazione gradevole per gli acquirenti:

Design del sito web Natori

3. Pagine di prodotto

Il design delle pagine di prodotto è estremamente importante per l'e-commerce. Nella vendita di t-shirt come di pneumatici, se le tue inserzioni sono deludenti, il traffico e le conversioni non aumenteranno mai. Come minimo, le tue pagine dei prodotti devono essere caratterizzate da:

  • Foto del prodotto di qualità
  • Specifiche del prodotto: nome, colori, dimensioni, prezzi, caratteristiche principali
  • Pulsanti Acquista e Salva per dopo
  • Descrizione del prodotto dettagliata
  • Recensioni sui social/dei clienti
  • Prodotti correlati (up-selling e cross-selling)

Inoltre, puoi vivacizzarle con qualche funzionalità in più: timer per il conto alla rovescia, demo video o tramite realtà aumentata, opzioni per la prova in negozio, avvisi di rinnovata disponibilità e molto altro! Nel nostro post precedente abbiamo parlato a lungo di come creare pagine di prodotto efficaci.

4. Pagina di checkout

Secondo il Baymard Institute, esistono molti fattori che possono indurre il cliente ad abbandonare il carrello:

Design del sito web Baymard

La maggior parte, però, può essere evitata migliorando l'aspetto e l'usabilità della pagina di checkout.

  • Consenti il "checkout come ospite" per i nuovi acquirenti e chiedi loro di registrare un account dopo aver completato l'acquisto.
  • Riduci il numero dei campi obbligatori nei moduli. In media, i siti di e-commerce hanno 12,8 campi da compilare per il checkout. Ma i dati dei clienti necessari si limitano a 6–8 campi.
  • Elenca chiaramente tutti i metodi di pagamento accettati (ad es. carta di debito o di credito, Apple Pay, PayPal).
  • Specifica tutti i potenziali costi prima del checkout. È possibile posizionare uno sticky banner che informa gli utenti sui limiti della "spedizione gratuita". Incorpora le commissioni di gestione nel prezzo del prodotto. Applica automaticamente le aliquote sulle vendite pertinenti prima del checkout.

5. Pagina Chi siamo

Le pagine “Chi siamo” non vanno trattate come qualcosa di secondario, specialmente per chi opera nell'e-commerce B2B. Il 52 % degli acquirenti aziendali, infatti, afferma che una delle prime cose che vuole vedere sul sito dei fornitori è proprio la pagina “Chi siamo”. 

Ci sono molti modi per creare una pagina “Chi siamo” interessante per un'azienda di e-commerce:

  • Raccontare una storia sui propri prodotti
  • Presentare il proprio team
  • Illustrare i valori dell'azienda
  • Spiegare il proprio modo di operare
  • Parlare della propria storia
  • Presentare la propria visione per il futuro

Dal punto di vista della progettazione, è bene che i testi siano brevi e puntuali. Evita i pitch di vendita e le CTA, ma usa buone visuali di team e prodotti a sostegno della tua storia.

6. Pagina dei risultati di ricerca

Gli store di e-commerce più grandi devono progettare con attenzione l'esperienza di ricerca sul sito. 

Per creare un'esperienza di ricerca sul sito ottimale:

  1. Rendi la barra di ricerca facile da individuare
  2. Inserisci suggerimenti per il completamento automatico
  3. Proponi alternative per parole scritte in modo errato
  4. Personalizza i risultati di ricerca tramite le analisi
  5. Supporta la ricerca di immagini oltre alle query di testo.

7. Moduli di registrazione e accesso all'account

Non rimuginare troppo a lungo sui moduli di accesso: è meglio che siano brevi, avanzati e privi di attriti. Chiedi all'acquirente di fornire i suoi dati di base (e-mail/password) o di accedere con uno dei suoi account social. Ogni passaggio aggiuntivo aumenta le possibilità di abbandono. Richiedi i dati di spedizione e fatturazione solo a registrazione avvenuta. Offri agli utenti un'opzione per salvare e riutilizzare i propri dati in una rubrica, per maggiore comodità di tutti.

8. Modulo newsletter via e-mail

Una campagna e-commerce di marketing via e-mail ben eseguita può indirizzare il traffico ripetuto verso il tuo sito web e massimizzare le conversioni. Prima di passare al marketing, però, devi crearti un elenco di indirizzi. Per incoraggiare gli utenti a iscriversi, dai un ruolo di rilievo alla tua newsletter nella homepage e mantieni uno sticky banner o un o pop-up nell'area del piè di pagina. Per fidelizzare i nuovi acquirenti, puoi anche proporre dei piccoli sconti sugli abbonamenti.

10 consigli di esperti sulla progettazione di un sito di e-commerce

Ti abbiamo spiegato e mostrato come creare uno store di e-commerce vincente e di quali pagine hai bisogno.

Ora immergiamoci nella parte pratica, passando ai consigli di design per i titolari di store di e-commerce.

1. Evita le complicazioni

Italian Headshot Illustration Ecommerce Andy Sowards Customer

Il percorso di acquisto deve essere subito chiaro al cliente. Prima di aggiungere un nuovo elemento di design alla pagina, chiediti se favorirà o se ostacolerà il percorso dell'acquirente. È meglio iniziare con una landing page ridotta e poi aggiungere elementi che spingano gli utenti alla conversione, mentre scopri di più sui comportamenti e le preferenze del tuo pubblico.

2. Crea una UX soddisfacente

Italian Headshot Illustration Ecommerce Yates Jarvis Ehouse Studio

Un'esperienza utente positiva amplifica il desiderio di interagire con il tuo marchio, mentre i pasticci a livello di progettazione possono provocare la sensazione contraria. Una volta terminato il progetto iniziale, verifica ogni singola pagina per capire dove eliminare eventuali attriti o aggiungere ulteriori elementi positivi per migliorare i tassi di conversione del tuo store.

3. Personalizza il tuo store per tutelarti dalla concorrenza

Italian Headshot Illustration Ecommerce Kevin Richards Ventura Web Design

Il branding è una risorsa efficace per instaurare rapporti con il tuo pubblico e trasformarlo nel maggior sostenitore del tuo marchio. Quattro clienti su cinque sono più disposti a promuovere un marchio che conoscono e seguono da lunga data. Creando un'esperienza di acquisto di e-commerce unica, ti costruisci il tuo posto come marchio preferito di lunga data, un'interazione alla volta.

4. Dai la priorità alla positività dell'esperienza utente

Italian Headshot Illustration Ecommerce Joe Chilson 1Digitalagency

Prezzi interessanti, promozioni imperdibili e banner accattivanti sono comunque importanti, ma la loro efficacia si riduce se l'UX complessiva fatica a funzionare. Per prima cosa concentrati sull'usabilità e le prestazioni elevate del sito, poi passa agli elementi grafici extra.

5. Passa al flat design

Italian Headshot Illustration Ecommerce Dane Downer Brand Labs

Ormai, il "flat design" è diventato un taglio classico sul web, e per ottimi motivi. I principi fondamentali del flat design:

  • Una gerarchia chiara per velocizzare l'elaborazione delle informazioni
  • Un'iconografia che enfatizza l'azione e un design adattivo
  • L'uso di modelli familiari che ci aiutano a comprendere rapidamente le affordance

Tutti questi elementi si combinano a creare una grande esperienza di e-commerce.

6. Sappiti distinguere

Italian Headshot Illustration Ecommerce Jeff Dyksen Diztinct

Lo spazio dell'e-commerce sta diventando sempre più affollato, anno dopo anno. Il tuo branding, l'iconografia, le funzionalità del sito web e l'esperienza in loco devono quindi puntare sia a rafforzare la tua proposta di valore unica sia a differenziare la tua attività di e-commerce dalla concorrenza.

7. Nel progettare un sito web, pensa al CRO

Italian Headshot Illustration Ecommerce Brandon Kirkland Epicshops

Supporta le tue intuizioni in materia di design con i dati. Studia il ciclo di vita dei tuoi clienti e, se stai riprogettando il sito o conducendo test di usabilità con un gruppo specifico, analizzane le abitudini di navigazione. Impara il più possibile su come navigano e inserisci i risultati ottenuti nel tuo design. Il design del tuo sito di e-commerce deve attrarre il tuo pubblico di destinazione, non soltanto essere esteticamente piacevole per te.

8. Non raccontare, mostra

Italian Headshot Illustration Ecommerce Catherine Erath New Leaf Innovations

I principali siti di e-commerce guidano i clienti in tutto il loro percorso. Ciascun elemento svolge un ruolo strategico nel processo di scoperta. I tooltip e i testi di assistenza possono essere utili e favorire le conversioni. Se però hai bisogno di spiegare ogni passaggio, significa che il design selezionato non funziona per il tuo marchio.

9. Fai in modo che i tuoi clienti non debbano pensare

Italian Headshot Illustration Ecommerce Jt Hamman Eystudios

La scoperta e l'acquisto dei prodotti online devono essere intuitivi. Presenta un percorso d'acquisto chiaro a ciascun visitatore tramite le barre di navigazione, un'architettura delle informazioni semplice da seguire e CTA tempestive. Riducendo al minimo il carico cognitivo in ogni fase del processo di acquisto, aumenterai le possibilità di conversione.

10. Cerca dati e feedback dei clienti di prima mano

Italian Headshot Illustration Ecommerce James Brown Bigcommerce

Con la miriade di best practice per l'e-commerce che girano sul web, può essere scomodo usarle tutte. Ma di più non è sempre sinonimo di meglio. Non tutte le pratiche funzionano bene per ogni rivenditore. In qualità di titolare di un'azienda, basa le tue decisioni di progettazione sui dati e sul feedback dei clienti di prima mano, anziché sul sapere comune. In questo modo creerai un'esperienza utente unica, destinata a lasciare un segno sul tuo pubblico di destinazione, rendendolo più fedele al tuo marchio.

Per riassumere

In sostanza, un sito web di e-commerce ben progettato è tutto incentrato sull'iterazione. Inizia dalle pagine essenziali, progettando prototipi rapidi da testare con il tuo team per creare allitterazioni. Dai un nuovo look al tuo sito e raccogli informazioni approfondite dai tuoi clienti.

Tra l'ottimizzazione delle conversioni, le nuove pagine di destinazione dei prodotti e le promozioni stagionali, avrai sempre del lavoro di "design" da fare. Tuttavia, con i requisiti funzionali e prestazionali adottati dal tuo provider di piattaforme di e-commerce, puoi concentrarti sulla parte creativa del processo e superare te stesso con ogni nuova variante!

FAQ sulla progettazione di siti web di e-commerce

Hai ancora qualche domanda pressante sulla progettazione nell'e-commerce? Leggi qui per trovare la risposta!

In cosa consiste la progettazione di un sito di e-commerce?

La progettazione di un sito di e-commerce consiste nel creare uno store online per la tua azienda, per vendere prodotti in via digitale ai consumatori target. Per progettare un sito web di e-commerce, bisogna pianificare, concettualizzare e organizzare contenuti e prodotti per una visualizzazione efficace su Internet.

Cosa rende la progettazione di un sito di e-commerce ben riuscita?

I siti web di e-commerce ben progettati hanno 4 elementi chiave: navigazione chiara, architettura delle informazioni efficace, landing page dei prodotti ottimizzate, facilità nei pagamenti. Sommati insieme, risultano in un'elevata usabilità.

Come si costruisce un sito di e-commerce?

Ecco i passaggi necessari per creare un sito web di e-commerce senza bisogno di scrivere codice.

  • Fai qualche ricerca e scegli la tua nicchia
  • Identifica i prodotti che vuoi vendere
  • Sviluppa il tuo modello di business
  • Trova una piattaforma o uno strumento per la costruzione di siti di e-commerce
  • Scegli la tua ragione sociale e registra un dominio
  • Configura i metodi di pagamento
  • Testa e pubblica il tuo store di e-commerce
Visualizza altro
Quali sono le funzionalità di progettazione di siti e-commerce più ricercate?

Le funzionalità di progettazione di siti e-commerce più ricercate sono quelle mirate a migliorare i tassi di conversione. Per esempio recensioni generate dagli utenti, liste dei desideri, foto di alta qualità, video dimostrativi, consigli sui prodotti, opzioni di ricerca dei punti vendita, checkout in un clic, più opzioni di pagamento supportate e un design mobile-friendly, con tutte le opzioni precedenti.

Gli store di e-commerce più piccoli hanno bisogno di elementi di design specifici?

Gli store di piccole dimensioni dovrebbero dare la priorità all'esperienza utente al pari dei grandi rivenditori online. Ciò significa utilizzare design reattivi e ottimizzati per i dispositivi mobili e garantire un filtraggio e una navigazione comodi. Investi in immagini di qualità e non dimenticarti di supportare diversi metodi di pagamento.

Gli store di e-commerce più grandi hanno bisogno di elementi di design specifici?

Per gli store di e-commerce di grandi dimensioni, è fondamentale garantire una navigazione efficace. Concentrati sul determinare l'architettura delle informazioni ottimale per mostrare i prodotti che offri. Crea gruppi e sottogruppi di categorie di prodotti diversi per favorirne la scoperta. Inoltre, non dimenticare di investire in una ricerca dei prodotti sul sito potente che supporti anche diverse opzioni di filtraggio: per prezzo, tipo di prodotto, dimensione, colore, stagione, ecc. Il design del tuo sito deve favorire la scoperta di nuovi prodotti, non aumentare la sensazione di sopraffazione a causa dell'eccessiva quantità di scelte disponibili.

Quali sono le attuali tendenze di progettazione dei siti web di e-commerce?

La tendenza dominante nel design dei siti di e-commerce in questo momento è la personalizzazione, in quanto è ciò che si aspetta la maggior parte dei consumatori che si affidano all'e-commerce. Un'esperienza utente personalizzata si può ottenere tramite pagine di destinazione dinamiche, consigli sui prodotti basati sui dati, up-selling e cross-selling, nonché quiz sui prodotti e modifiche curate.

I temi di e-commerce sono gratuiti?

No, la maggior parte dei temi di e-commerce di buon livello non è gratuita. Ma vale la spesa. I temi di e-commerce premium (a differenza di quelli gratuiti) sono privi di bug, ottimizzati per la SEO e completamente sicuri. L'assistenza e la risoluzione problemi spesso sono inclusi nella maggior parte dei temi per siti web di e-commerce a pagamento.

Cosa devo fare per creare un sito personalizzato?

Costruire un sito di e-commerce completamente personalizzato costa più che utilizzare una piattaforma dedicata. Tuttavia, se il tuo obiettivo è ottenere un look completamente personalizzato più velocemente e a costi inferiori, puoi optare per un approccio headless.

Quali strumenti per la costruzione di siti web di e-commerce mi conviene usare per progettare uno store?

BigCommerce dovrebbe essere tra le tue prime scelte! Offriamo tutte le principali funzionalità di progettazione di siti di e-commerce di cui hai bisogno per progettare un negozio online di qualsiasi dimensione. Piacciamo ai rivenditori più piccoli perché forniamo tutte le principali funzionalità commerciali e gli strumenti di visual design a un prezzo accessibile. I clienti Enterprise, invece, apprezzano l'utilizzo della nostra piattaforma Open-SaaS, in quanto non prevede limiti di progettazione o integrazione con altre app. In questo modo puoi concentrarti sul gestire le tue operazioni senza preoccuparti dello sviluppo e della manutenzione del back-end.

Gli store di e-commerce B2B sono progettati in modo simile a quelli B2C?

Gli store di e-commerce B2B impiegano gli stessi modelli di progettazione UX degli store di e-commerce B2C, ma con una struttura leggermente diversa. Dal momento che il ciclo di vendita è più lungo nel B2B, tali punti vendita si concentrano maggiormente sull'acquisizione di prospettive TOFU e MOFU, piuttosto che sulla conversione immediata come per i negozi B2C. Ecco perché alcuni dei principali elementi di progettazione per un negozio di e-commerce B2B sono: landing page dei prodotti più lunghe, video dimostrativi e descrizioni dei prodotti complete, moduli CTA che offrono la possibilità di richiedere una demo di prodotto, pianificare una chiamata, ecc. e moduli di checkout più lunghi, in cui si chiede di fornire una quantità d'ordine minima, si offrono piani di pagamento e si calcolano prezzi per gli ordini di grandi volumi.

Visualizza meno

Sfoglia più risorse

trovare la migliore piattaforma di e-commerce
Articolo
Trovare la miglior piattaforma di e-commerce per le esigenze della tua azienda
Leggi l'articolo
piattaforme di e-commerce B2B
Articolo
Come trovare la miglior piattaforma di e-commerce B2B
Leggi l'articolo
Miniatura generica con layer dashboard prodotti e-commerce e scheda personalizzata
Articolo
La potenza combinata dei contenuti e del commercio: come la tecnologia headless può portare la tua strategia di content marketing al livello successivo
Leggi l'articolo
tipi di modelli di business per l'e-commerce
Articolo
Tipi di modelli di business per l'e-commerce: opzioni tradizionali e innovative da tenere in considerazione
Leggi l'articolo
tendenze e-commerce B2B
Articolo
7 tendenze di e-commerce B2B da seguire per il 2020 e gli anni a venire
Leggi l'articolo
Miniatura articolo headless commerce, catalogo, prodotto, persona, BigCommerce
Articolo
Punta sull'esperienza: come la tecnologia headless può offrire l'acquisto esperienziale che i clienti desiderano
Leggi l'articolo
Miniatura generica articolo, Page Builder, trasferimento catalogo
Articolo
Progettazione base di siti per l'e-commerce: come posizionare il tuo negozio online per farlo crescere
Leggi l'articolo
Miniatura generica articolo vendita all'ingrosso, confezione, pagamento, donna che si mette la crema
Articolo
Un'occhiata più da vicino all'e-commerce per la vendita all'ingrosso
Leggi l'articolo
Miniatura scheda personalizzata, vetrina, dashboard, codice, crescita, BigCommerce
Articolo
Storie di successo di headless commerce: come 4 brand hanno affrontato sfide difficili grazie a tecnologie innovative
Leggi l'articolo