Larq Case Study 951X557

LARQ dà impulso al settore delle bottiglie riutilizzabili con Google Pay e l'headless commerce

400 %80% 15 %
aumento medio dei ricavi su base annua

aumento del tasso di conversione in 3 mesi


aumento 
dell'AOV rispetto all'anno precedente


Un'iniziativa eco-friendly

La vision di LARQ è molto semplice: combinare l'innovativa tecnologia di prodotto con un design accattivante e stimolare le persone a bere acqua potabile e pulita in maniera sostenibile.

Escursionista e campeggiatore, il cofondatore e CEO di LARQ Justin Wang è un appassionato di ambiente e del tema dell'impatto della società sull'ambiente. Ha fondato LARQ per mostrare che c'è un'alternativa cosiddetta plastic free, l'uso ad esempio di bottiglie d'acqua riutilizzabili invece che di bottiglie di plastica monouso. 

Prima di trovare il prodotto giusto, Justin prova tra 10 e 15 diverse bottiglie riutilizzabili. Dopo tanti tentativi frustrati, le bottiglie finiscono tutte in fondo ad un armadietto o sviluppano muffa in un vecchio zainetto.

Justin nota un problema: non è che manchino le bottiglie riutilizzabili o che non siano disponibili. Basta entrare in qualsiasi negozio Whole Foods o Target per trovarle. Il problema è, come riporta Grand View Research, che le bottiglie riutilizzabili costituiscono appena il 4% del mercato totale dei contenitori per bibite rispetto ai 38 milioni di bottiglie di plastica monouso che finiscono in discarica ogni anno solo in America. Più Justin scava e cerca soluzioni al problema e più allarmanti diventano le statistiche, più sente di dover fare qualcosa.

Justin nota anche quali sono i problemi legati all'uso delle tradizionali bottiglie riutilizzabili:

  • Si sporcano facilmente, quindi rischiano di diventare un ricettacolo di batteri.
  • Sono difficili da pulire, dato che la maggior parte delle bottiglie riutilizzabili non si può lavare in lavastoviglie, e richiedono una pulizia accurata, non praticabile nel caso si consumi l'acqua mentre si è in giro.
  • Circa il 70% dell'assunzione di acqua avviene a casa o al lavoro e il restante 30% quando si è in giro. È questo 30% che comporta la maggior parte del consumo di bottiglie d'acqua di plastica.

Justin e i cofondatori di LARQ pensano a lungo a come risolvere i problemi legati alle bottiglie riutilizzabili, ridurre l'uso di bottiglie di plastica monouso e migliorare l'accesso ad acqua pulita. Nel 2018, LARQ lancia la prima bottiglia d'acqua autopulente al mondo, nonché la più grande iniziativa di crowdfunding in questo settore, con oltre 1,7 milioni di dollari di finanziamenti raccolti.

La ricerca di uno strumento SaaS

Come riferito a BigCommerce da Antonio Kaleb, E-commerce Architect di LARQ

Quando il team di LARQ capì di essere sulla traiettoria giusta, ho iniziato a cercare strumenti SaaS che fossero adatti alle nostre preferenze di vendita online. Avevamo adocchiato diverse piattaforme, ma in ultima analisi, BigCommerce sembrava essere la più flessibile e adatta alle nostre particolari esigenze. Ci sembrava che BigCommerce fosse molto più avanti rispetto ad altre piattaforme nell'offerta di funzionalità come le integrazioni di headless commerce e il supporto multivaluta. Inoltre, nel progettare la nostra crescita, abbiamo pensato che BigCommerce sarebbe stato molto più personalizzabile rispetto ad altre piattaforme e che questo ci avrebbe garantito uno sviluppo esponenziale.

Il nostro Information Management System, Brightpearl, ci ha caldamente consigliato BigCommerce. Il team di Brightpearl aveva un rapporto molto stretto con BigCommerce, e BigCommerce aveva fornito a Brightpearl un'ottima soluzione custom. Era importante per noi che la nostra piattaforma IMS e quella di e-commerce fossero compatibili in modo da garantire una rapida implementazione e lo sviluppo di estensioni personalizzate, di cui sapevo avremmo avuto bisogno in futuro, come l'integrazione con la nostra logistica di terze parti (3PL) e l'importazione dei preordini.

Abbiamo quindi scelto BigCommerce. Il nostro e-commerce è partito nel giro di due mesi e non ci siamo mai pentiti della scelta fatta.


"Nel progettare la nostra crescita, abbiamo pensato che BigCommerce sarebbe stato molto più personalizzabile rispetto ad altre piattaforme e che questo ci avrebbe garantito uno sviluppo esponenziale."Antonio Kaleb, E-commerce Architect di LARQ

Controllo su più negozi con l'headless commerce

Come riferito a BigCommerce da Antonio Kaleb, E-commerce Architect di LARQ

Quello che mi piace di più di BigCommerce è lo sviluppo delle soluzione di headless commerce, che per noi è sempre stato un aspetto di grande interesse. Dato che ho una certa esperienza nell'ambito dell'e-commerce, mi sento di dire che per i suoi sforzi di perfezionamento nel mercato delle soluzioni headless, BigCommerce è il leader in questo settore.

Quello che BigCommerce riesce a fare con l'headless commerce è stato uno dei fattori determinanti per noi nel momento in cui dovevamo decidere quale piattaforma adottare. Con l'headless abbiamo maggiore controllo sui contenuti, sul customer journey e sul checkout, che abbiamo creato usando React per il frontend e BigCommerce per il backend. Abbiamo cinque siti regionali e attualmente sono quattro quelli attivi (USA, UE, Regno Unito e Canada). Ci serviva una soluzione multiregionale e abbiamo quindi scelto l'headless commerce di BigCommerce, che ci ha permesso di combinare tutti i nostri negozi in un unico dominio e di sviluppare poi funzioni aggiuntive. Il fatto che possiamo avere un sito web bilingue, che abbiamo il controllo completo sulle traduzioni durante tutto il customer journey e che possiamo offrire così tanti gateway di pagamento fin da subito e tutti su un unico dominio semplifica davvero il flusso di lavoro.

"Direi che per i suoi sforzi di perfezionamento nel mercato delle soluzioni headless, BigCommerce è il leader in questo settore."Antonio Kaleb, E-commerce Architect di LARQ

Espandersi sui mercati internazionali

Come riferito a BigCommerce da Justin Wang, cofondatore e CEO di LARQ.

Volevamo crescere rapidamente a livello internazionale e espanderci nel maggior numero possibile di mercati perché per esperienza sapevamo che per LARQ sarebbe stata un'enorme opportunità. Abbiamo chiesto un finanziamento con Kickstarter e supposto che il mercato internazionale, in particolare quello europeo e asiatico, avrebbe giocato un ruolo importantissimo per noi. Uno dei maggiori vantaggi di BigCommerce è che ci ha permesso di lanciare un sito con funzionalità multiregione (.uk, .ca, ecc.) e di offrire diverse valute da un unico sito. All'inizio dell'estate del 2019 abbiamo lanciato la funzionalità multivaluta, che ci ha fatto registrare un aumento di circa l'80% delle conversioni in soli tre mesi.

Il nostro sito web è cresciuto in modo sostanziale anche negli Stati Uniti. Ma con il lancio dei negozi internazionali siamo riusciti ad accedere a segmenti di mercato che prima non sfruttavamo. Ora abbiamo una presenza quasi globale e vendiamo i nostri prodotti ovunque, ad eccezione di una larga fetta del mercato asiatico, che abbiamo in programma di coprire nel 2020. Il supporto di BigCommerce alla nostra crescita internazionale è stato molto utile perché ha reso la nostra storia di espansione commerciale una storia di successo.

Uno dei nostri obiettivi principali per il 2020 è quello di espanderci in altri mercati, dove cercheremo di consolidare la nostra presenza. Stiamo anche cercando di allestire un nuovo magazzino per espandere le operazioni a livello globale mantenendo il focus sulla nostra strategia di e-commerce.

All'inizio dell'estate del 2019 abbiamo lanciato la funzionalità multivaluta, che ci ha fatto registrare un aumento di circa l'80% delle conversioni in soli tre mesi. Justin Wang, cofondatore e CEO di LARQ.


Pagamenti semplici con Google Pay

Come riferito a BigCommerce da Antonio Kaleb, E-commerce Architect di LARQ e Justin Wang, cofondatore e CEO di LARQ.

Two-thirds of all of our transactions come through mobile, so we knew we had to make the mobile checkout process as smooth as possible. Previously, the LARQ site had just one option for credit card checkout. However, as we started growing, we wanted to offer people multiple options to simplify the checkout process as much as possible.

Eravamo consapevoli della popolarità e della facilità d'uso di Google Pay. Appena l'abbiamo attivato, è diventato uno dei principali gateway per i nostri clienti. Siamo consapevoli del potere di Google e volevamo sfruttarlo senza perdere un punto di contatto con i nostri clienti. BigCommerce ha fatto il grosso del lavoro, noi abbiamo dovuto solo "premere l'interruttore". Da quando l'abbiamo implementato, una parte significativa delle nostre transazioni è passata attraverso Google Pay, segno che stiamo offrendo qualcosa che i clienti trovano utile. La possibilità di accedere facilmente a soluzioni come Google Pay tramite BigCommerce ha contribuito a incrementare il nostro tasso di conversione di circa il 20% dal lancio.

Google Pay ha reso il processo di checkout più rapido e semplice, perché gli indirizzi email degli utenti di Google e le informazioni di pagamento sono già memorizzati da Google e vengono immessi automaticamente. Il traffico mobile verso il nostro sito continua ad aumentare. In un ambiente mobile, i clienti non hanno la stessa pazienza che hanno in ambiente desktop di digitare e cercare cose, e sono più propensi a commettere errori, facendo aumentare i tempi di checkout. Così come è importante la velocità delle pagine di un sito web, è importante anche la velocità del processo di checkout, perché riduce il tasso di abbandono del carrello e migliora direttamente i tassi di conversione. Il fatto che offriamo un servizio come Google Pay ha reso le transazioni più facili e ridotto il tasso di abbandono del carrello.

Abbiamo scoperto ad esempio che Google Pay sta riscuotendo un enorme successo nel nostro negozio del Regno Unito. Inizialmente non pensavamo che Google Pay sarebbe stato così utile nella generazione di conversioni a livello internazionale, ma è evidente che sempre più persone utilizzano Google a livello globale e che stiamo fornendo qualcosa di utile per i clienti di tutto il mondo.

"Siamo consapevoli del potere di Google e volevamo sfruttarlo senza perdere un punto di contatto con i nostri clienti. BigCommerce ha fatto il grosso del lavoro, noi abbiamo dovuto solo 'premere l'interruttore'." Justin Wang, cofondatore e CEO di LARQ.


BigCommerce supporta LARQ nella crescita continua e nella diffusione di un forte messaggio di sostenibilità

Come riferito a BigCommerce da Justin Wang, cofondatore e CEO di LARQ.

Da quando abbiamo firmato il contratto con BigCommerce, questa piattaforma ci ha dato la possibilità di crescere. Rispetto ai concorrenti, BigCommerce ha superato le nostre aspettative in termini di collaborazione e personalizzazione di una soluzione adatta alle nostre esigenze. 

Ora per me BigCommerce, in termini di esperienza, è nell'olimpo dei grandi, assieme ad Amazon e Flexport. BigCommerce è una soluzione SaaS che rimuove gli ostacoli tecnici alla vendita online e elimina la necessità per le aziende di avere un team di sviluppo interno, permettendo loro di focalizzarsi sulla crescita del brand nei diversi mercati. Le app e gli strumenti BigCommerce che integriamo nel nostro sito sono così intuitivi che ci permettono di gestire il sito da soli.

Un'altra cosa molto importante è l'assistenza offerta da BigCommerce e dai suoi project manager per l'implementazione e per il successo. Le persone con cui abbiamo collaborato hanno reso tutto molto più semplice e gliene siamo veramente grati. Essere un cliente Enterprise ci permette di avere tempi di risposta tempestivi da parte del team di BigCommerce e di avere accesso alle funzionalità alfa/beta su cui BigCommerce sta lavorando, inclusi endpoint multivaluta e API. In generale, BigCommerce fornisce una tecnologia davvero preziosa, che permette di risolvere problemi che per molte aziende, tra cui noi, sono di estrema importanza.

Secondo i CDC (Centri per la prevenzione e il controllo delle malattie), 790 milioni di persone vivono senza avere accesso ad acqua potabile e pulita. A peggiorare le cose, 1 milione di bottiglie di plastica monouso finiscono in discarica ogni minuto, aggravando ulteriormente il problema. Dato che è proprio questo il problema che sta al cuore della mission di LARQ, speriamo che questi numeri si riducano presto drasticamente. LARQ dona l'1% dei profitti a 1% for the Planet per sostenere questa causa. Incoraggiamo gli altri a sostenere la nostra iniziativa ambientale mentre cresciamo, raggiungiamo posti nuovi e lanciamo nuovi prodotti. Siamo convinti che BigCommerce ci aiuterà nella crescita offrendoci una piattaforma efficace e scalabile.

“Incoraggiamo gli altri a sostenere la nostra iniziativa ambientale mentre cresciamo, raggiungiamo posti nuovi e lanciamo nuovi prodotti. Siamo convinti che BigCommerce ci aiuterà nella crescita offrendoci una piattaforma efficace e scalabile."Justin Wang, cofondatore e CEO di LARQ.

Altre storie di successo

Woodland Hills Wine Company

Woodland Hills Wine Company

Leggi la loro storia