Il CMS e-commerce (finalmente bene) spiegato

https://images.ctfassets.net/wowgx05xsdrr/ftYkU6Obf9OunblCcjEps/070fe591adeff10427835ddcc7e43382/collage-people-laptop-storefront-theme-add-product-generic.jpg

Sette strategie di vendita per superare il plateau della crescita

Sono pronto per iniziare oppure ho già il mio negozio di e-commerce.
Prova BigCommerce
Ho delle domande e vorrei una consulenza da un esperto di e-commerce.

Nonostante l'incertezza economica globale, le vendite del settore e-commerce continuano a crescere a un ritmo sostenuto, tanto da rappresentare ora il 14,3% di tutte le vendite al dettaglio nel mondo. Dato ancora più interessante, eMarketer prevede che la quota dell'e-commerce sul totale delle vendite al dettaglio globali raggiungerà il 23% entro il 2023. Questa è un'opportunità straordinaria per i negozi che desiderano creare o espandere la propria presenza online!

Naturalmente, un settore fiorente attira una buona dose di soggetti pronti a rischiare e quindi la concorrenza si fa ogni giorno più agguerrita. Tuttavia, se stai pensando di unirti alla schiera degli imprenditori dell'e-commerce, il modo migliore per iniziare è fare una ricerca nel panorama dei CMS per l'e-commerce.

Tuffiamoci nel mondo dei sistemi di gestione dei contenuti per l'e-commerce. Vediamo insieme cosa fanno, se sono davvero necessari per il tuo negozio online e quali sono i migliori CMS per l'e-commerce.

Cos'è un CMS per l'e-commerce?

Un sistema di gestione dei contenuti (CMS) è un software che offre ai proprietari di negozi di e-commerce la possibilità di creare, modificare e pubblicare contenuti digitali per il sito web senza dover scrivere alcun codice. Inoltre, consente agli utenti di modificare l'aspetto e l'atmosfera del negozio online, ad esempio cambiando il layout della pagina del prodotto, inserendo banner promozionali o aggiungendo rapidamente nuove sezioni del sito per promuovere meglio i prodotti. 

Una piattaforma e-commerce è una soluzione per il carrello online che ti consente di gestire i prodotti e di venderli direttamente dal tuo sito web. Alcune piattaforme e-commerce fungono anche da CMS. In altre parole, si tratta di un'infrastruttura di facile utilizzo che gestisce tutte le funzioni di back-end di un negozio online.

Volendo restringere il campo delle opzioni, i software CMS per l'e-commerce si dividono in due categorie principali: SaaS e open source.

1. CMS SaaS

Un CMS SaaS in hosting è una soluzione basata su cloud per i negozi di e-commerce che non richiede un server separato. Paghi un abbonamento e in cambio non occorre scaricare nulla, gestire gli aggiornamenti o impostare l'archiviazione dei dati: si occupa di tutto il fornitore del software. Il provider di solito offre anche l'assistenza clienti. Esempi di CMS in hosting includono BigCommerce, Shopify, Squarespace e altri. Queste soluzioni fungono sia da piattaforme e-commerce che da sistemi di gestione dei contenuti.

2. CMS open source

Con le piattaforme e-commerce open source, gli utenti hanno il pieno controllo delle funzionalità del sito web. Il software open source può essere scaricato gratuitamente ed è quindi spesso in self-hosting. Ciò significa che gli amministratori del negozio sono responsabili della scelta dell'hosting per il proprio sito e-commerce, nonché della manutenzione del server e dell'installazione degli aggiornamenti del software quando necessari. Alcune soluzioni open source dispongono di un'opzione di hosting su cloud, ma sono diverse dalle piattaforme SaaS in quanto la manutenzione è ancora a carico del proprietario del negozio. Alcuni degli esempi più noti di soluzioni e-commerce open source includono Woocommerce e Magento.

Hai bisogno di un CMS separato?

Finora potresti non aver preso neppure in considerazione l'idea di non avere un CMS separato, ma è bene ricordare che non tutti i negozi di e-commerce hanno bisogno di un sistema di gestione dei contenuti. Il modo migliore per stabilire se il tuo negozio online necessita di un CMS separato è valutare i tuoi piani per la strategia dei contenuti.

I siti e-commerce che producono regolarmente nuovi contenuti, sia per il blog che per gli aggiornamenti della homepage e delle pagine dei prodotti, trarrebbero grandi benefici dalla flessibilità di un CMS. Tuttavia, se il tuo negozio non necessita di un regolare aggiornamento dei contenuti in tempo reale, potresti essere in grado di creare il tuo sito senza un CMS. 

Inoltre, se disponi di una piattaforma e-commerce che funge già da CMS, potresti non aver bisogno di una risorsa separata. 

Non sei ancora convinto? Considera i vantaggi più conosciuti che un CMS ben scelto può offrire.

1. Puoi creare e modificare facilmente contenuti

Il pensiero di modificare i contenuti del tuo sito ti preoccupa? Una delle cose migliori degli attuali sistemi di gestione dei contenuti è che sono incredibilmente facili da usare e non richiedono competenze tecniche avanzate. Ciò significa che tu o il tuo team potrete gestire facilmente tutti i contenuti e gli aggiornamenti dei prodotti in autonomia, velocizzando le campagne di marketing e le attività promozionali.

2. Puoi evitare di ricorrere agli sviluppatori

Gli imprenditori e-commerce di successo sanno che restare al passo con le aspettative dei clienti è ciò che spinge la crescita dei ricavi, ma se ti rivolgi a un intermediario non puoi garantirti la velocità e l'agilità necessarie per mantenere aggiornati i contenuti del tuo sito web.

Con un CMS facile da usare, puoi ridurre i tempi di sviluppo e aggiornare il sito in autonomia. In definitiva, non solo risparmi tempo, ma puoi anche investire il budget destinato allo sviluppo in altre iniziative di marketing per far progredire la tua attività. Vinci su tutti i fronti!

3. Puoi aggiungere un altro canale per entrare in contatto con i potenziali clienti

Trattandosi di uno dei canali di marketing più efficaci per aumentare il traffico organico, i contenuti dovrebbero essere in cima alla tua lista di priorità.

Nell’era di TikTok, Facebook e Instagram, sono pochi i marchi e-commerce che possono permettersi di non apparire sui social media. La creazione di contenuti utili e accattivanti aumenterà la visibilità del tuo negozio su Google (e altri motori di ricerca), attirando un numero maggiore di persone sul tuo sito e incrementando le tue vendite. Offrire contenuti particolarmente appetibili è anche un modo infallibile per creare un marchio riconoscibile e fidelizzare i clienti. È così che la gente compra al giorno d'oggi!

Un buon CMS ti aiuta a fare in modo che i tuoi contenuti siano ben organizzati, condivisibili e facilmente accessibili. Tutto ciò senza dover smanettare eccessivamente nel back-end.

4. Lascia che gli autori collaborino tra loro

Un grande lavoro viene svolto in team. Dalla correzione delle bozze alla formattazione, passando per la ricerca delle migliori risorse visive, ci vuole molto impegno per produrre contenuti di alta qualità. Facilitare la collaborazione all'interno del team è fondamentale per semplificare la creazione di contenuti. Un CMS ben scelto può mettere tutti d'accordo, consentendo agli autori di lavorare direttamente nel sistema e di sfruttare funzionalità intelligenti per migliorare i loro contenuti. Ciò consente di avere contenuti più mirati, processi di revisione più fluidi e un'esperienza più mirata per il cliente.

Funzionalità necessarie in un CMS per l'e-commerce

Quali sono le funzionalità da considerare nella scelta di un CMS? Lanciarsi in un confronto tra le caratteristiche potrebbe determinare in realtà una grave paralisi dell'analisi. È meglio, quindi, considerare le principali funzionalità che potrebbero aiutarti a far crescere il tuo negozio, valutare quindi i pro e i contro dei CMS che hai scelto e trovare infine quello che fa per te.

1. SEO-friendly

La SEO on-page per i siti e-commerce consiste nell'apprendere dove posizionare le parole chiave. È un modo per comunicare con i web crawler e garantire un posizionamento elevato nei risultati di ricerca: la persuasione in versione internet, in pratica. Ma non preoccuparti, se non sei un appassionato di SEO: un buon CMS per l'e-commerce ti aiuterà a implementare le migliori pratiche SEO e a ottimizzare le pagine dei tuoi prodotti. Poni attenzione alle funzionalità incentrate su:

URL delle pagine

Più corto, meglio è. Non sorprende che Google incoraggi la brevità degli URL, dato che è impegnato ogni giorno a scansionare milioni di pagine nuove e aggiornate. Se riesci a eliminare dai tuoi URL le sottocartelle superflue, sicuramente aumenterai le prestazioni complessive del tuo sito web. Ma non è sufficiente che gli URL siano brevi. Anche l'inclusione della parola chiave principale e la leggibilità dell'URL possono migliorare in modo significativo le classifiche di ricerca.

Titoli delle pagine e meta description

Il titolo della pagina, noto anche come tag H1, deve contenere la parola chiave principale. Se riesci a posizionarla all'inizio del titolo, ottieni dei punti di bonus. In quanto riga di testo principale che appare nei risultati di ricerca, l'efficacia del titolo poggia molto sull'ottimizzazione delle parole chiave. Quindi, anche se sembra una cosa noiosa, vale la pena impegnarsi!

La meta description è il testo grigio che viene visualizzato sotto il titolo della pagina negli elenchi di ricerca. Sebbene non abbia un impatto diretto sul posizionamento della pagina, può migliorare facilmente la percentuale di clic. E quanto più alto è il CTR, tanto più elevato è il posizionamento della pagina!

È assolutamente indispensabile dedicare del tempo all'ottimizzazione dei titoli delle pagine e delle meta description di tutte le pagine presenti nel tuo negozio di e-commerce. Per evitare in futuro problemi di SEO, assicurati che il tuo CMS ti consenta di modificare gli URL delle pagine e che disponga di un'interfaccia utente intuitiva per aggiungere e controllare le meta description. O meglio ancora, che offra una funzione per la generazione automatica del titolo della pagina e della meta description, in modo da consentirti di risparmiare un sacco di tempo prezioso.

2. Facile ottimizzazione dell'esperienza utente (UX)

Oggi gli acquirenti hanno grandi aspettative riguardo ai siti e-commerce. Se non riesci a fornire un'esperienza utente fluida, vedrai i tuoi visitatori abbandonare il sito prima di completare l'acquisto. E peggio ancora, non torneranno. 

Sai quali sono le funzionalità UX da ricercare in un CMS per l'e-commerce? Ecco i requisiti fondamentali da tenere in massima considerazione.

Opzioni di design flessibili.

Man mano che i clienti proseguono nel percorso di acquisto sul tuo sito web, ogni interazione è importante. Devi essere in grado di progettare, modificare e gestire il layout dei contenuti su ogni singola pagina del tuo negozio, per creare un'esperienza piacevole e su misura.

Per i proprietari di negozi con competenze di codifica limitate o pari a zero, è particolarmente importante disporre di un CMS facile da usare. Consentirà di aggiornare rapidamente il design del negozio e il layout della pagina per rispondere alle tendenze emergenti del settore, alle occasioni speciali e agli eventi promozionali. Alcune piattaforme CMS offriranno anche un'ampia gamma di integrazioni e plugin per aiutare gli amministratori del negozio a gestire promozioni e altre iniziative di marketing in tutto il negozio.

Contenuti ottimizzati per i dispositivi mobili.

È sempre più evidente che lo shopping su dispositivi mobili dominerà presto l'e-commerce. Si prevede che rappresenterà il 54% delle vendite totali di e-commerce entro il 2021, ponendo una nuova sfida ai rivenditori di e-commerce. Se non vuoi perdere le opportunità offerte dal commercio mobile, l'ottimizzazione del negozio e dei contenuti per i dispositivi mobili dovrebbe essere in cima alle tue priorità legate all'UX.

In realtà, ciò significa prestare particolare attenzione al tempo di caricamento, alla navigazione mobile, al processo di pagamento mobile, all'aspetto visivo e ad altri elementi legati alla UX che hanno un impatto sull'esperienza dell'utente sui dispositivi mobili. Il CMS per l'e-commerce che sceglierai dovrebbe snellire le fasi di ottimizzazione per aiutarti a ottenere tassi di conversione più elevati senza bisogno di un codice personalizzato.

3. Facilità di utilizzo

Se si considera il numero di cose che il proprietario di un negozio deve gestire, un CMS non dovrebbe aggiungere ulteriore stress. A seconda delle risorse di cui disponi per lo sviluppo, potrebbe esserti utile cercare una piattaforma che sia facile da configurare fin dall'inizio e che non richieda un processo di onboarding lungo e faticoso. Dagli aggiornamenti dei contenuti alle integrazioni dei plugin e dalla modifica del layout della pagina all'ottimizzazione per i motori di ricerca, un CMS dovrebbe consentire agli imprenditori dell'e-commerce di muoversi velocemente, provare cose nuove e migliorare l'UX del sito, indipendentemente dal livello tecnico.

4. Vasta gamma di integrazioni

Nessun CMS è perfetto, questa è la dura verità, ma se stai cercando una funzionalità specifica che non è inclusa nella piattaforma CMS principale o vuoi semplicemente mantenere aperte le opzioni per il futuro, verifica la facilità di integrazione del sistema con altri strumenti e plugin. L'ideale sarebbe una perfetta integrazione con lo stack tecnologico esistente (ad esempio la piattaforma di posta elettronica o gli strumenti di analisi) e la flessibilità di installare e attivare i plugin quando necessario. Anche la gamma di integrazioni disponibili è un indicatore della diffusione del CMS e della facilità di utilizzo delle API, quindi è un buon criterio da tenere presente.

12 migliori piattaforme CMS per l'e-commerce

Ora tieniti forte. L'abbondanza di piattaforme CMS per l'e-commerce rende molto difficile sceglierne solo una. Questo elenco è solo la punta dell'iceberg, ma può essere un buon punto di partenza per iniziare la ricerca e scoprire le opzioni più popolari in circolazione.

1. BigCommerce

BigCommerce, una delle piattaforme e-commerce più importanti sul mercato, supporta oltre 60.000 commercianti di ogni tipo e dimensione. Con una miriade di funzioni integrate e funzionalità proprie di un CMS, la piattaforma BigCommerce è sufficientemente potente da facilitare la crescita di aziende di e-commerce in rapida espansione e altrettanto intuitiva da supportare chi è alle prime armi in questo settore. Si rivolge all'intero spettro del settore e-commerce. 

La piattaforma è nota per la sua integrazione SEO avanzata e le API flessibili, che consentono ai commercianti di connettersi ai principali software e ad altre soluzioni CMS, sfruttando al tempo stesso il carrello degli acquisti di BigCommerce nel back-end. Completamente in hosting, BigCommerce dispone della conformità PCI di livello 1 ed è disponibile con un abbonamento mensile.

Scopri di più sulla piattaforma BigCommerce contattando il nostro team di vendita.

2. WordPress

WordPress è il player CMS dominante nel settore, ma non è una piattaforma e-commerce. Per trasformare un sito WordPress in un negozio online, avrai bisogno del plugin Woocommerce.

Incredibilmente popolare, la piattaforma open source Woocommerce è apprezzata per la sua immensa selezione di estensioni e temi, la maggior parte dei quali sono disponibili gratuitamente. La cosa fantastica di questi plugin è che possono facilmente abilitare servizi e funzionalità mancanti nel prodotto principale Woocommerce con un semplice clic. Il rovescio della medaglia è che l'aggiunta di un numero elevato di plugin genera un'inutile complessità e influisce sulle prestazioni del sito. 

Per una maggiore convenienza, BigCommerce offre anche un plugin WordPress di facile integrazione. Consente ai commercianti di e-commerce di combinare la flessibilità del front-end di WordPress con i vantaggi del back-end offerti dalla piattaforma SaaS BigCommerce, come il recupero del carrello abbandonato, i coupon, gli sconti e il checkout a pagina singola.

3. Drupal

Sebbene Drupal non sia progettato specificatamente per l'e-commerce, può essere combinato con diversi plugin e framework per abilitare la funzionalità e-commerce. In effetti, è uno dei sistemi di gestione dei contenuti open source più utilizzati, popolare quasi quanto WordPress o Joomla. Purtroppo, Drupal non è particolarmente facile da usare per chi non ha una conoscenza approfondita dello sviluppo (anche se sotto questo aspetto sta pian piano migliorando).

Come CMS, Drupal offre un'incredibile flessibilità. Se lo combini con il plugin BigCommerce, ottieni il meglio di entrambe le soluzioni: un front-end completamente personalizzabile e un back-end interamente in hosting.

4. Joomla

Joomla è un'altra piattaforma open source per la gestione dei contenuti che consente agli utenti di creare siti web e pubblicare contenuti online. Sebbene il commercio non faccia parte delle sue funzionalità principali, ci sono una serie di estensioni gratuite che possono aiutarti a trasformare un sito Joomla in un negozio di e-commerce.

5. Sitecore

Sitecore è una piattaforma di esperienza digitale leader nel settore che combina contenuti, commercio, automazione del marketing e personalizzazione con strumenti di progettazione e modifica. La piattaforma consente ai commercianti di progettare e creare esperienze di storefront digitale e offrire percorsi di acquisto personalizzati. Con il plugin BigCommerce per Sitefront, puoi combinare le funzionalità del commercio headless con le straordinarie esperienze di contenuto integrate in Sitecore.

6. Magento

Magento è un popolare CMS open source per soluzioni e-commerce. Di proprietà di Adobe, gode di un'ottima reputazione e supporta oltre 260.000 negozi online in tutto il mondo. Magento offre funzionalità avanzate e un marketplace di estensioni diversificato, comprese integrazioni con soluzioni come CRM, ERP, chatbot e altri software di livello enterprise. Sebbene si rivolga a tutte le categorie di commercianti, è spesso preferito da aziende in rapida crescita e di grandi dimensioni, grazie alle sue ampie possibilità di configurazione, alle opzioni di prezzo e ai requisiti di sviluppo.

7. Shopify

Shopify è una delle piattaforme e-commerce SaaS più famose al mondo. Grazie alla sua interfaccia semplice e ai prezzi convenienti, è diventata una popolare piattaforma e-commerce per commercianti in fase di avviamento e piccole imprese. Ma ciò non significa che il CMS non possa essere utilizzato anche da marchi più grandi. Dato che il numero di funzionalità dipende dal tipo di piano prescelto, è bene studiarne attentamente le caratteristiche prima di sottoscrivere l'abbonamento al piano. Shopify offre supporto gratuito 24 ore su 24, 7 giorni su 7, una gamma di modelli di negozio gratuiti e un sistema POS separato. Lo svantaggio è che Shopify addebita commissioni di transazione per l'utilizzo di provider di pagamento al di fuori della piattaforma.

8. Prestashop

Prestashop è un'altra piattaforma open source con gestione dei dati MySQL e ampia personalizzazione del codice di back-end. Vanta una numerosa serie di componenti aggiuntivi e temi, che permettono anche ai commercianti con limitate conoscenze tecnologiche di sviluppare un negozio online da zero. Fai tuttavia attenzione al costo totale, poiché alcune delle estensioni sono piuttosto costose.

L'aspetto positivo è che non è necessario essere uno sviluppatore per creare un sito web su Prestashop, il che lo rende un'ottima opzione per startup e negozi di medie dimensioni. Le aziende potrebbero trascurare Prestashop a causa della mancanza di supporto gratuito.

9. OpenCart

Un altro sistema di gestione dei contenuti open source per l'e-commerce è OpenCart, una soluzione gratuita e multifunzionale. Offre una serie di modelli per una rapida configurazione e ha anche un ricco marketplace di plugin. OpenCart si integra con più di 20 gateway di pagamento e offre otto metodi di spedizione. Trattandosi di un CMS per l'e-commerce senza commissioni mensili, è un'opzione popolare tra gli ultimi arrivati che dispongono di un budget ridotto.

10. Wix

Wix è una piattaforma leader nella creazione di siti web drag-and-drop per aziende online. Anche se tecnicamente non è un CMS per l'e-commerce, i proprietari di siti web hanno la possibilità di aggiungere il modulo e-commerce, se necessario. Con una varietà di modelli, funzionalità integrate e un approccio senza codice, Wix è un'opzione interessante per chi è alle prime armi e non ha competenze di codifica. Se hai una gamma limitata di prodotti e vuoi far decollare rapidamente la tua attività, potrebbe funzionare. Tuttavia, tieni presente che una volta scelto un modello per il tuo negozio, non potrai più modificarlo.

11. HubSpot

HubSpot è una piattaforma di CMS e automazione del marketing all'avanguardia. Non dispone di funzionalità e-commerce ma può facilmente integrarsi con piattaforme apposite, come BigCommerce e Shopify. Collegare HubSpot al tuo negozio di e-commerce ti aiuterà a comprendere il comportamento dei tuoi clienti, ad automatizzare le campagne di marketing e a monitorare e rendicontare i flussi di entrate attraverso report dedicati.

12. Volusion

Volusion è una piattaforma e-commerce basata su cloud, specializzata nella creazione di negozi web senza codice. Grazie ad alcune utili funzionalità integrate per la gestione dell'inventario, la riscossione dei pagamenti e il marketing, Volusion è una buona opzione per le aziende di medie e grandi dimensioni. Se stai valutando Volusion per la tua attività, considera che l'azienda ha presentato istanza di fallimento ai sensi del Capitolo 11 nel luglio 2020. Sebbene la piattaforma sia ancora aperta e funzioni normalmente, potrebbe non essere l'opzione migliore per un piano a lungo termine.

Due modi per utilizzare un CMS per l'e-commerce

Scorrendo l'elenco sopra, probabilmente avrai notato che i CMS per l'e-commerce rientrano in gran parte in due categorie principali. Fondamentalmente, la scelta è tra sistemi di gestione dei contenuti veri e propri e piattaforme e-commerce multifunzione che supportano le principali funzionalità del CMS.

L'opzione più adatta a te e la soluzione CMS migliore per l'e-commerce della tua azienda dipendono da alcuni fattori decisivi, come l'anzianità della tua attività, il numero di prodotti che vendi, il volume delle vendite e la tua strategia dei contenuti. Se vendi prevalentemente su Amazon e non aggiorni spesso il tuo sito, la tua scelta sarà diversa da quella di chi investa attivamente per indirizzare il traffico verso il proprio negozio di e-commerce.

1. L'e-commerce prima di tutto

In primo luogo, l'adozione di una piattaforma incentrata sull'e-commerce non significa che il tuo sito non sia in grado di sfruttare i vantaggi del content marketing.

Poiché i contenuti e il successo dell'e-commerce sono diventati inscindibili, le piattaforme e-commerce mirano a potenziare la loro offerta content-first con funzionalità che consentano ai proprietari dei negozi di creare, progettare e pubblicare contenuti originali che possano generare traffico.

Dalla gestione SEO on-page ai builder visivi drag-and-drop fino agli eleganti design dei blog, le soluzioni incentrate sull'e-commerce hanno molto da offrire. Inoltre, optando per i CMS incentrati sui contenuti, i proprietari dei negozi possono integrarli perfettamente con le piattaforme e-commerce, ottenendo una configurazione efficiente e completa. Un vantaggio evidente derivante da questo approccio è la possibilità di combinare le funzionalità di vendita e di comunicazione in un'unica piattaforma di back-end. 

Dippin' Dots è stata in grado di sfruttare le funzionalità native di BigCommerce per creare un'esperienza ideale per il cliente sul proprio sito, che si tratti di gestire le donazioni e le promozioni volte alla raccolta fondi, o di incorporare delle animazioni CSS specifiche.

Drew Blais, Creative Director di Groove Commerce, l'agenzia di Dippin’ Dots, spiega il motivo per cui hanno scelto il CMS incentrato sull'e-commerce:

“Il blog è gestito tramite BigCommerce. Le pagine dei contenuti utilizzano il Page Builder. Il sito usa inoltre la funzionalità di ricerca nativa di BigCommerce. Cercavamo un modo per semplificare il più possibile lo stack tecnologico.”

2. I contenuti prima di tutto

Per i siti e-commerce con un approccio incentrato sui contenuti, il CMS svolge un ruolo cruciale nel favorire la crescita del business. In genere, i marchi e-commerce che mettono i contenuti al primo posto si concentrano sulla formazione e sul coinvolgimento dei clienti attraverso contenuti che creino interesse, fiducia e fedeltà, mentre le funzionalità di e-commerce sono gestite da un componente aggiuntivo nel back-end.

Si tratta di un'opzione praticabile per i marchi che dispongono di team di marketing e di design esperti, in grado di produrre esperienze digitali ricche di contenuti che inseriscano i prodotti in un contesto rilevante e generino domanda. 

Ecco un ottimo esempio di approccio all'e-commerce content-first. Cercando di coniugare il commercio con un web design ricco di contenuti, la catena di ristoranti italiani Carluccio's ha rilanciato il proprio sito web su WordPress, potenziando la funzionalità commerciale con il plugin BigCommerce.

https://www-cdn.bigcommerce.com/assets/carluccios_ecommerce_cms.png

L'obiettivo del nuovo sito web era migliorare l'esperienza dell'utente e creare una transizione fluida tra la cena al ristorante, la fruizione delle esperienze del marchio e l'acquisto dal loro negozio online.

6 vantaggi dell'accoppiata e-commerce e piattaforme CMS

Un approccio incentrato sui contenuti potrebbe avere senso per molti marchi e il fatto non deve essere motivo di preoccupazione! Ecco alcuni scenari in cui l'abbinamento di una piattaforma e-commerce con un CMS separato può aumentare le prestazioni di un negozio web.

1. Trasformazione di un sito esistente in un negozio

È probabile che tu abbia già un blog di successo e una community attiva. Magari la tua community desidera contenuti di maggior valore e tu stai pensando di monetizzare il tuo sito. Ebbene, questo sembra proprio lo scenario perfetto per abbinare l'e-commerce a una piattaforma CMS! Dal momento che hai già un CMS, perché cambiare le carte in tavola? Invece di migrare tutto su un prodotto e-commerce, puoi integrarti con una piattaforma come BigCommerce per aggiungere il carrello degli acquisti e facilitare le vendite attraverso il sito web esistente.

2. Facilità di aggiornamento dei siti

La creatività e la velocità contano molto nell'e-commerce. Desideri un sito moderno ed elegante, che offra una straordinaria esperienza ai clienti e sia estremamente facile da gestire e aggiornare. Che si tratti di stare al passo con le nuove tendenze, gli eventi o la concorrenza, vuoi che i tuoi stakeholder siano in grado di mettere in pratica le loro idee per promuovere il business. La combinazione di un CMS con una piattaforma e-commerce ti offre gli strumenti e la flessibilità necessari per gestire facilmente i contenuti e i prodotti del tuo negozio.

3. Più visitatori con un approccio incentrato sui contenuti

Un enorme vantaggio offerto dai siti e-commerce incentrati sui contenuti è che generano una valanga di traffico organico. Questo, a sua volta, riduce i costi di acquisizione e aiuta i negozi web a creare una community simile a una tribù intorno al loro marchio. Grazie alle funzionalità avanzate di SEO on-page e ad altre funzioni intuitive relative ai contenuti, i proprietari dei negozi possono attirare un numero maggiore di potenziali clienti, comprendere meglio le loro preferenze e concentrarsi sulla produzione e la vendita di ciò che desiderano davvero.

4. Diventare un “leader di pensiero” nel proprio settore

Creare la brand awareness non è facile, ma se hai competenze e conoscenze di nicchia e sei disposto a condividerle con altri, puoi diventare rapidamente un leader di pensiero o un influencer del settore. Questo alimenterebbe l'interesse verso il tuo marchio e, di conseguenza, aumenterebbe la domanda per i tuoi prodotti. Presentarsi costantemente con contenuti di valore si tradurrà in men che non si dica in profitti!

5. Gestione semplice degli ordini e dell'inventario

Giocare in modo intelligente con il content marketing e la creazione di domanda è un'ottima decisione per l'azienda, ma devi comunque assicurarti che la parte e-commerce funzioni senza intoppi e sia progettata per essere scalabile. Grazie alle funzionalità avanzate fornite dalle piattaforme e-commerce, non dovrai preoccuparti della gestione centralizzata dell'inventario sui diversi canali, delle spedizioni o della sicurezza dei metodi di pagamento. In questo modo potrai far crescere la tua attività in tutta tranquillità!

6. Integrazione con i provider dei servizi di pagamento

Garantire un ambiente di pagamento sicuro sarà la chiave per il successo della tua attività. La sicurezza è un altro grande vantaggio derivante dall'aggiunta di funzionalità di back-end proprie dell'e-commerce al tuo CMS: potrai integrarti con i principali gateway di pagamento per ispirare fiducia e aumentare la credibilità del tuo marchio. Meglio ancora, le integrazioni sono così facili da realizzare che bastano pochi clic!

Per riassumere

Oggigiorno, quando “facciamo shopping”, chiediamo a Siri di consigliarci un marchio o trascorriamo del tempo su Pinterest e Instagram guardando cosa indossano gli influencer della moda. Il mondo dell'e-commerce cambia forma regolarmente. Ecco perché scegliere un ottimo CMS per l'e-commerce è così difficile: dobbiamo considerare tutto, dal marketing al design, dalle capacità tecniche alle possibili esigenze future!

Che tu decida per una piattaforma incentrata sull'e-commerce o sui contenuti, ricorda che gli acquirenti si aspettano esperienze digitali di altissimo livello, vetrine di prodotti creative e obiettivi del marchio mirati, a prescindere dalla tipologia o dalle dimensioni dell'azienda. Combinare vendita e storytelling è la strada per il successo!

Domande frequenti sul CMS per l'e-commerce

Non hai il tempo di leggere l'articolo completo? Ecco le risposte rapide alle domande più frequenti sulle piattaforme CMS per l'e-commerce.

Sfoglia più risorse